Itinerari consigliati

Ecco a voi delle informazioni su alcuni itinerari che potete fare durante il soggiorno all'Isola d'Elba.

Penisola dell'Enfola: si trova a 1 km di distanza dall'hotel. E' formata da un promontorio a forma di panettone legato all'isola da uno stretto istmo che presenta 2 spiagge ai lati. L'Enfola era famosa fino agli anni '50 perchè vi si trovava la Tonnara, un edificio dove veniva raccolto e lavorato il frutto della pesca del tonno, molto fiorente in quell'epoca. Chiuso nel 1959 e poi abbandonato, è stato recentemente ristrutturato dall' Ente Parco e verrà destinato a sede del Museo del Mare.

Spiagge dell'Isola d'Elba Spiagge dell'Isola d'Elba Spiagge dell'Isola d'Elba Spiagge dell'Isola d'Elba

Durante la seconda guerra mondiale tutta la penisola fu super fortificata a difesa dell'alto Tirreno della costa Toscana e al controllo dalla Corsica; Mussolini la nominò "vedetta dell'Impero". Tutto è rimasto come allora, un sentiero riadattato permette un giro intorno al promontorio, interessantissimo da percorrere.

Mountain Bike al Viticcio - Sentiero Viticcio-Forno-Scaglieri-Biodola : è un sentiero che partendo dal Viticcio costeggia il mare fino a raggiungere la spiaggia del Forno e di Scaglieri.
Si è immersi nella natura verde della macchia mediterranea completamente estraniati dal mondo. Molto fresco essendo in gran parte percorribile sotto i pini e i lentischi.

Portoferraio: capoluogo dell'isola, a soli 4 km dall'hotel, è il centro storico-culturale più importante. Fondata dai Romani, ebbe la sua ascesa durante il regno di Cosimo de Medici e dei suoi successori che la fortificarono con dei bastioni talmente potenti da essere una delle poche fortezze mai conquistate nel Mediterraneo. Divenne poi la capitale del breve regno di Napoleone quando durante l'esilio del corso tutta l'Elba fu unificata.

Ora è diventato un paese fiorente, centro culturale e commerciale, con una darsena organizzata, numerosi negozi e attività culturali.

Portoferraio vale veramente una visita per ammirare l'insieme architettonico costituito dall'itinerario romano con la Villa della Linguella, il museo archeologico e la Villa romana delle Grotte (a 2 km), l'itinerario mediceo con le fortezze medioevali, i bastioni, il Forte Stella e il Forte Falcone, la Torre della Linguella alla fine della darsena, il Duomo, l'Arsenale - oggi sede del mercato coperto -, e dall'itinerario napoleonico con i musei delle Ville di San Martino e dei Mulini, il Teatro dei Vigilanti, la chiesa della Misericordia e la Biscotteria - sede del Comune. Interessante anche la visita alla Biblioteca e alla Pinacoteca Foresiana che raccoglie più di 1000 dipinti del '800.

Gite in barca: durante l'estate vengono organizzate numerose gite in barca attorno all'isola e anche alle isole di Capraia, Giglio e Montecristo. In particolare da alcuni anni vengono effettuate delle escursioni guidate giornaliere all'isola di Pianosa, detta isola del Diavolo, nota per essere stata sede del carcere di massima sicurezza.

L'isola è bellissima, con un mare praticamente incontaminato e conserva la villa di Agrippa, le catacombe e il porto romano, il vecchio paese dell'800 e tanti angoli suggestivi.

Gli agricoltori elbani, custodi di tradizioni millenarie legato alla vite, oggi, come sempre, producono degli ottimi vini. Sono arrivati ad ottenere il riconoscimento delle attuali denominazioni di qualità: Elba Bianco, Rosso e Rosato, Ansonica Passito, Aleatico e Moscato.

Una visita ad una cantina è un'altra interessante alternativa al «sole e mare»!